Acqua Minerale e dieta

Sangemini, una fonte di calcio altamente assimilabile

( quanto quello del latte)


Acqua Minerale e Dieta
Dott.ssa Arianna Banderali
Presidente AIDAP Associazione Italiana
Disturbi dell’Alimentazione e del Peso

“Diverse abitudini di vita spingono ad eliminare o ridurre dall’alimentazione i prodotti derivati dal latte, come ad esempio i formaggi, sia per motivi legati all’intolleranza o all’ipercolesterolemia, sia per l’esigenza di ridurre l’apporto calorico. Ecco perché ci si trova spesso di fronte a gruppi di popolazione carenti di calcio. L’uso di acque minerali bicarbonato-calciche ( come ad esempio l’acqua Sangemini ) aiuta a raggiungere una adeguata assunzione di calcio, senza alcun apporto calorico e senza compromettere la salute dell’organismo”.

“Grazie alla biodisponibilità del calcio, paragonabile a quella del latte vaccino, queste acque contribuiscono alla copertura del fabbisogno giornaliero ( ad esempio, un litro di acqua Sangemini contiene oltre 300 mg di calcio altamente assimilabile)”.

 

per i bambini in crescita…

che necessitano di circa 800 mg. di calcio al giorno e che dalle acque bicarbonato-calciche traggono anche vantaggio perché “favoriscono l’attività digestiva e, in caso di chetoacidosi o tossicosi, favoriscono la rapida eliminazione dei cataboliti tossici ed esercitano un’azione tampone ed una rapida restaurazione della riserva alcalina”.
“Si raccomanda sempre l’utilizzo di acque con valori bassi di nitrati, inferiori a 10mg./litro”.
( N.B. Sangemini : nitrati 0,77 mg./litro ).

 

ETA’ PEDIATRICA

Nell’infanzia il fabbisogno idrico giornaliero è notevolmente elevato in quanto l’acqua rappresenta ben il 70-80% del peso corporeo.  Vi è quindi la necessità di un adeguato apporto idrominerale per coprire i fabbisogni e soddisfare le esigenze di crescita sia in condizioni fisiologiche sia in corso di malattie. Per quanto motivo il consumo di acqua dovrebbe essere cospicuo fin dai primi mesi di vita e aumentare rapidamente con l’aumentare dell’età dei bambini.

Un adeguato apporto di calcio è indispensabile per lo sviluppo del picco di massa ossea, ma assume importanza strategica nei periodi di massimo accrescimento del nostro organismo. Un bambino in fase di crescita necessita di molti Sali minerali che sono contenuti in diversi alimenti tra cui l’acqua; si raccomanda sempre l’utilizzo di acque con valori bassi di nitrati, inferiori a 10 mg/l. In questi casi sono particolarmente utili le acque bicarbonato-caliche.